Ultima modifica: 9 febbraio 2017
I.C. Bosco Chiesanuova > Eventi > I ragazzi dell’I.C. Bosco … e il lupo della Lessinia!

I ragazzi dell’I.C. Bosco … e il lupo della Lessinia!

Nell’ambito delle attività collegate al progetto della “First Lego League“, i ragazzi delle Scuole Secondarie del nostro Istituto dovevano identificare un problema collegato al rapporto tra uomini e animali ed elaborare un progetto scientifico utile a trovare soluzioni per risolverlo. I ragazzi hanno scelto un problema attualmente molto presente in Lessinia: la coabitazione con il lupo che ha recentemente iniziato a ripopolare i nostri boschi!

Passate le selezioni regionali, i nostri ragazzi hanno sentito l’esigenza di migliorare il progetto scientifico e, per farlo, di incontrare chi poteva aiutarli a capire meglio il lupo, le sue caratteristiche e abitudini, e che attualmente agisce sul territorio per monitorare la popolazione di lupi presente.

Per questo motivo, presso la Scuola Secondaria di Roveré, si è tenuto martedì 7 febbraio un incontro tra i ragazzi delle classi seconde e terze e Fulvio Valbusa (Corpo forestale dei carabinieri) e Paolo Parricelli (Parco Naturale della Lessinia). L’incontro è stato davvero molto interessante e istruttivo. I ragazzi hanno potuto apprendere chi è il lupo, le sue caratteristiche, le sue abitudini e il suo modo di vivere. Inoltre, sono stati istruiti sulle modalità attuate dalle guardie forestali per monitorare i lupi, controllarli e studiarne comportamenti. Hanno, infine, appreso come il lupo “Slavc” abbia potuto fare un viaggio interminabile dalla lontana Slovenia per incontrare la sua futura compagna “Giulietta” e fondare così il branco della Lessinia.

L’incontro è stato utile per sfatare alcuni miti sul lupo e conoscere la portata reale dei problemi che la sua natura di predatore comporta. Un buon punto di partenza per elaborare un progetto scientifico più solido e concreto.

Simili incontri si svolgeranno anche negli altri plessi del nostro Istituto.

 

L’album fotografico dell’incontro dei ragazzi di Roveré con Fulvio Valbusa e Paolo Parricelli.